GIOVEDI' 11 GIUGNO 2020, dalle h. 18.00

LOCo19: le Lunghe Ombre del Covid19 trasmissione StreamingRadio Sesto Episodio
Trasmissione streaming radio della durata di un’oretta e mezza due, a partire da queste brevi e sommarie premesse

GIOVEDI' 11 GIUGNO 2020, dalle 18.00 (GMT+2)
LOST, con il supporto di Unit, ha realizzato LOCo19, una trasmissione della durata di due orette, a partire da queste brevi e sommarie premesse

Intro 8' 10"
Rossella Selmini 12' 21"
Messaggio di Jeremy Hammond da Grady County Jail Oklahoma
Capitol hill-seattle 20' 20"
Kazembe Balagun 32' 00'
Portland 44' 20"
Parliamo ad esempio delle tattiche usate dal movimento di HK 53' 18"
Contributo da Parigi 1 06' 30"
Saluti 1 17' 10
voci radio dalla manifestazione BLM del 8 giugno Milano 1 19' 50"

Per ascoltare il Podcast della trasmissione

oppure ascoltalo su Internet Archive

LINK

Una video coverage Minneapolis Protest

Amazon vagamente supporta le proteste mentre vende tech riconoscimento facciale alle polizie

mappe online
https://scanmap.frnsys.com/ - approved people plot police scanner activity on a map.
https://freeusmap.live - anybody plot anything they want on a map (public restrooms, medical supplies, water, food, etc.)
Police scanners live
Un racconto e analisi dell'assedio del distretto di polizia a Minneapolis
in italiano

cos'è LOCo19/6

Nella quinta puntata di LOCo19 e, ancor più, nella puntata monografica "Non rimane che prepararci ad entrare dentro la storia", si è fatto cenno a quella che il Centro di studi strategici internazionali in una recente pubblicazione chiama “L’èra delle rivolte di massa”.

Il 5 maggio 2020 a Minneapolis George Floyd, un nero afroamericano sospettato di aver pagato con una falsa banconota da 20 dollari, viene ucciso per soffocamento durante l’arresto.
È la scintilla che fa scoppiare nel cuore dell’Impero una rivolta che cova da lungo tempo. Sì, perché gli Stati Uniti, un Paese con 40 milioni di disoccupati, con la percentuale di carcerati più alta del mondo, e con la pressoché totale assenza di politiche sociali, vivono in uno stato di guerra civile strisciante da almeno quarant’anni.
Un’enorme fetta di popolazione emarginata, tra cui spiccano la componente afroamericana e quella latina, è carne da macello per un sistema il quale non fa altro che controllarla, reprimerla e umiliarla. Che, alla lettera, non la “lascia respirare”.

L’onda della protesta si propaga in fretta, travalica la “linea del colore” e impatta sul sistema politico-istituzionale, generandovi profonde contraddizioni (fra la Casa Bianca e i governatori degli Stati, fra il Pentagono e Trump, all’interno stesso dei corpi di polizia). Inoltre né le minacce da parte del Presidente di fare intervenire l’esercito, né il coprifuoco estesosi ormai a una quarantina di città, né i dimostranti uccisi e le migliaia di arresti riescono a fermare le manifestazioni e le azioni di strada notturne; anzi, l’onda supera le frontiere e in molte città del mondo si segnalano cortei in solidarietà; come a Parigi, dove il 2 giugno migliaia di persone rompono il divieto di manifestare e scendono in strada per George Floyd e Adama Traoré.

per comunicare durante la trasmissione

al momento non abbiamo un numero di telefono né siamo sicuri di volerlo avere

Quindi facciamo così:
- questo è un PAD ossia una pagina a cui tutti possono accedere e in cui tutti possono scrivere, se avete osservazioni domande scrivetele qui, le leggiamo. Allo stesso modo se sarà necessario ci metteremo qui dei link utili.
- questa è una email che leggeremo durante la trasmissione, potete usarla per comunicare: lost@inventati.org
- per i più smanettoni sarà possibile interagire sul canale #lost del IRC di Autistici/Inventati (qui le istruzioni).

Per diffondere (oltre a questa pagna che è sempre l'unico riferimento aggionato):
spottino - 30"

Vogliamo continuare a proporre qualche spunto di rilfessione, a farci canale di informazione.

per comunicare dopo la trasmissione

usate la mail: lost@inventati.org

Per LOST si tratta di una trasmissione sperimentale, totalmente in remoto; se l’esito continuerà ad essere positivo, potrebbero seguire altre puntate.

Questi mesi daranno da pensare a lungo, a molti. Per parte nostra stiamo, tra le altre cose, raccogliendo un po’ di materiali in questa pagina (in continuo aggiornamento): COVID19 materiali